Dagli Associati

La mossa vincente

prevenzione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico.

Il 4 aprile 2016 presso il Polo Universitario ULSS 6 a Vicenza si è tenuta la premiazione del concorso “La Mossa Vincente, iniziativa promossa dalla Cooperativa sociale “Nuova Vita” e dal Ser.D dell’Ulss n. 6 di Vicenza, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale. L’iniziativa era volta alla creazione di Unità di Apprendimento dirette alla prevenzione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico.

Hanno preso parte all’iniziativa alcuni Istituti scolastici del territorio vicentino (Itet L.EV.Pasini di Schio, Itis Marzotto di Valdagno, Istituto Scotton di Bassano, Istituto Remondini di Bassano ed il Centro Provinciale per L’istruzione per Adulti di Vicenza) dimostrando un certo interesse ed un inaspettato spirito critico verso la tematica del gioco d’azzardo patologico. Gli insegnanti referenti e gli alunni delle singole scuole hanno illustrato degli interessanti progetti a carattere disciplinare e multidisciplinare, da riprodurre all’interno della propria realtà scolastica.

Numerose le autorità che hanno partecipato al tavolo di discussione:

il dott. Giorgio Corà – Dirigente UAT VIII di Vicenza – USR Veneto,
il dott. Salvatore Barra – Direttore dei Servizi Sociali e della Funzione Territoriale ULL,
il dott. Giuseppe Danieli – Presidente della Conferenza dei Sindaci,
il dott. Balestra – Direttore Ser.D azienda Ulss n. 6,
l’Onorevole Federico Ginato – membro della V Commissione Parlamentare.

Dopo la presentazione delle Unità di Apprendimento, la cerimonia si è conclusa con la premiazione dei progetti vincenti, vedendo sul podio l’Istituto professionale Remondini di Bassano del Grappa.

Diploma del Concorso "La mossa vincente"

La Presidente di “Nuova Vita” Patrizia Balbo ha condotto e coordinato l’evento di premiazione; la Cooperativa, con l’importante partnership del Ser.D di Vicenza, si è resa protagonista di altre iniziative in tema del gioco d’azzardo patologico, inserite in un medesimo progetto di prevenzione voluto dalla Conferenza dei Sindaci dell’Ulss n. 6:

- corso di formazione rivolto alle assistenti sociali dei servizi sociali territoriali, a cura di due psicologi specialisti in tema di gioco d’azzardo;

- ricerca e azione sul territorio rivolta agli esercizi commerciali, che oltre ad una mappatura delle realtà di Creazzo e Dueville, mirava al raggiungimento di un protocollo etico di responsabilità sociale.

Erano presenti alcuni giornalisti di testate locali (come il Giornale di Vicenza) e delle reti televisive (TVA e Canale 68) che hanno realizzato dei reportages sull’evento, approfondendo il tema del G.A.P.

foto 3